ARTE:

Minorca è stata musa di artisti per secoli. Le sue bellezze naturali ed il colore speciale che regala la sua luce alle cose, sono sempre stati fonte di ispirazione per i pittori di tutti i tempi che hanno riprodotto i suoi paesaggi sulla tela infinite volte. L’amore e l’ammirazione per quest’isola, sono stati confessati nei numerosi versi scritti dai poeti, mentre la sua magia ha ispirato le migliori composizioni nei musicisti di tutti i tempi.

Storicamente, le arti plastiche a Minorca sono state condizionate e si sono evolute in funzione degli elementi esterni di ogni epoca. Fino ai nostri giorni gli artisti minorchini sono stati sempre influenzati da artigiani ed artisti catalani e valenzani, da naviganti e commercianti in contatto con il rinascimento italiano, o dai conquistatori inglesi. Tutti hanno coinciso nell’esaltare la forza espressiva degli elementi naturali dell’isola fin dal tempo in cui il ritrattista Giuseppe Chiesa nel XVIII secolo, riprodusse con fedeltà la realtà dell’epoca. Nei diversi musei dell’isola, possiamo ammirare opere di artisti come Pascual Calbó, Francesc Hernandez Monjo fino all’opera più recente dei pittori Torrent e Vives Llull.

La bellezza dell’isola ha ispirato grandi scrittori come Josep Pla nei suoi viaggi a Minorca, così come un gran numero di poeti minorchini fra i quali citiamo per i suoi poemi Ruiz y Pablo o Gumersind Riera.

La musica tradizionale ha occupato da sempre un posto privilegiato nella società minorchina. I riferimenti ai costumi popolari ed al paesaggio dell’isola, si possono ancora apprezzare nei musicisti di oggi che hanno saputo adattare una così ricca tradizione musicale al loro repertorio.

ARTIGIANATO:

L’artigianato a Minorca è più vivo che mai. Tradizionalmente, gli artigiani dell’isola hanno saputo trasmettere le loro abilità ed ispirare con la loro arte il gusto per la tradizione ai nuovi creatori.

La rilevanza di questo settore nell’isola si manifesta nella Fiera dell’Artigianato di Minorca, dove si danno appuntamento le mani che sanno meglio trasformare la materia prima in bellezza. Tanta diversità artigianale si manifesta nei maestri che lavorano il legno per elaborare utensili per la campagna, come ad esempio i tradizionali cancelletti minorchini così comuni nel paesaggio rurale dell’isola e che richiedono molta maestria.

Alcuni artigiani, come i ceramisti ed i gioiellieri, apportano il loro marchio d’autore incorporando nuove tecniche e materiali ai pezzi tradizionali. La creatività e la fantasia si riflettono anche nel settore delle calzature che unisce la moda d’avanguardia alla tradizione artigianale di sempre nei suoi disegni. Meritano una speciale menzione le “abarcas”, calzatura popolare di origine contadina lavorata in cuoio e con la suola ricavata dai pneumatici. Ancora oggi possiamo trovare qualche artigiano che le confeziona su misura.

I maestri nell’elaborazione dell’internazionalmente conosciuto formaggio minorchino seguono il processo di fabbricazione e di maturazione trasmesso di padre in figlio. Così come i liquoristi che non perdono la loro passione artigianale ed elaborano deliziosi liquori di frutta e di erbe.

La calma ed il ritmo di vita tranquillo dell’isola accompagnano e spesso ispirano i diversi artigiani minorchini. Troveremo nei loro laboratori infiniti campioni della loro arte così come nei negozi dell’isola e nelle numerose bancarelle dei mercati all’aperto.